il Molino

il Molino

venerdì 27 febbraio 2015

Cuoricini al grano saraceno e mandorle




Vi presento i piccoli capolavori preparati da Alice!
Sani, gustosi e ideali per accompagnare la merenda delle cinque.



Se volete divertirvi a prepararli con i vostri bambini potete seguire la ricetta dei "cuoricini" nella sezione qui accanto dedicata ai piccoli chef.

Buon divertimento!





 

Plum cake senza glutine alle pere e cannella

 
 

Durante il week-end adoro fare, con molta calma, una ricchissima colazione e coccolare i miei piccoli (marito compreso!) con una tavola imbandita di dolci fatti in casa, cereali, frutta, yogurt e naturalmente the', caffè e latte.

Scommetto che ho fatto venire voglia anche a voi di una colazione così.

Sopratutto per chi è celiaco la colazione al bar o in vacanza diventa una tortura...Tutti che si abbuffano di dolci, cornetti e noi invece ci limitiamo ad un misero yogurt con magari, se siamo fortunati, un po' di macedonia.

E allora per noi vale piu' che mai il detto "home sweet home".
Oggi vi volevo proporre una ricetta semplice per realizzare un plum cake soffice e speziato, ottimo per iniziare la giornata nel migliore dei modi!!!!


Ingredienti

- 150 g di farina per dolci senza glutine (io mix C Schar)
- 150 g di farina di grano saraceno senza glutine (io Nutrifree)
- 2 uova
- 100 g di zucchero di canna
- 100 ml di olio
- 70 ml di latte
- 1 cucchiaino di cannella in polvere
- 1 pera
- mezza bustina di lievito

Per decorare
- zucchero a velo senza glutine



Procedimento

Sbucciate la pera, tagliatela a spicchi, togliete il torsolo e poi fatela a dadini.
Sbattete le uova con lo zucchero sino ad ottenere una crema spumosa, aggiungete a filo il latte e poi l'olio continuando a sbattere. Aggiungete la pera a dadini, le farine ed il lievito setacciati ed in ultimo il cucchiaino di cannella e mescolate bene sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Ungete uno stampo da plum cake lungo 25 cm, e versatevi il composto.

Preriscaldate il forno e cuocete il dolce a 160 gradi per 35 minuti. Terminata la cottura controllate con uno stuzzicadenti se e' cotto, lo stecchino dovra' essere asciutto. Quindi toglietelo dal forno e aspettate qualche minuto prima di toglierlo dallo stampo.
Aspettate almeno un 'ora prima di servirlo.

Buona colazione!!!

mercoledì 25 febbraio 2015

Muffin salati senza glutine allo speck mozzarella e patate





Ieri sera ho dovuto inventarmi di corsa qualcosa da infilare in cartella ad Alice per un pranzo inaspettato a scuola. Mia figlia non e' celiaca, e mi auguro non lo diventi, ma comunque apprezza la mia cucina gluten free. Quindi ho preferito mettermi ai fornelli piuttosto che scapicollarmi l'indomani  a prenderle qualcosa al panificio.
Siccome avevo poco tempo a disposizione ho deciso di fare dei Muffin salati che non necessitano di lievito di birra e quindi non ci sono lunghi tempi di lievitazione.


Ingredienti per circa 10 Muffin


- 100 g di farina di grano saraceno
- 50 g di farina di mais finissima
- 50 g di farina di riso
- 2 uova
- 100 ml di olio
-100 ml di latte
- 1 patata piccola lessa
- 4 fette di speck
- 100 g di mozzarella per pizza
- sale
-8 g di lievito biologico ( cremor tartaro e bicarbonato di sodio)
- 1 rametto di rosmarino
- 2 foglie di salvia

Per decorare
- semi di sesamo q.b.





Procedimento

Sbattete le uova, il sale e versate a filo il latte e poi l'olio. Unite al composto le erbe aromatiche tritate finemente, la mozzarella grattuggiata, la patatina passata nello schiacciapatate ed infine lo speck tritato. Mescolate bene ed infine aggiungete le farine ed il lievito setacciati e lavorate il tutto velocemente. Oliate 10 stampini per Muffin e riempiteli per due terzi, spolverizzateli con dei semi di sesamo.
Fate cuocere in forno gia' caldo a 160 gradi per 25 minuti. Poi togliete dal forno e lasciate riposare per 5 minuti prima di sformare i Muffin su una gratella per dolci, quindi lasciate raffreddare.

Il gioco e' fatto, sono gia' pronti!!!

martedì 24 febbraio 2015

Strudel salato di verdure e salmone senza glutine





Ieri sono riuscita finalmente a trovare dei ritagli di tempo da dedicare a me.
Avere qualche ora a disposizione per se stessi e' un gran lusso. Quando ero bambina e poi adolescente, il tempo che avevo a disposizione mi sembrava a volte troppo e mi annoiavo. Chiedevo ai miei genitori cosa potessi fare e mia madre saggiamente mi rispondeva che la noia stimola la creativita'. Adesso quando Alice mi dice che e' annoiata replico nello stesso modo e devo ammettere che sia io che mia figlia in questi momenti  "vuoti" riusciamo sempre ad inventarci qualcosa.
Per rilassarmi mi sono rinchiusa nella mia stanza preferita, la cucina, ho aperto il frigo e dopo aver visto cosa mi offriva la dispensa ho deciso di fare uno strudel salato. E' stata un' ottima decisione, è venuto buonissimo e la sera ce lo siamo letteralmente divorato.
Se lo volete replicare in un vostro momento libero o di noia eccovi la ricetta:


Ingredienti per 6 persone

-200 g di farina per pane senza glutine (io ho utilizzato Nutrifree)
-60 ml di acqua
-30 ml di vino bianco
-1 uovo
-1 pizzico di sale
-70 ml di olio evo

Per il ripieno

- 1 carota
- 1 patata piccola
- 1 zucchina piccola
- 1 fungo champignon
- 1 scalogno
- alcune foglie di spinaci
- semi di sesamo
- 500 g di filetto di salmone
- pane grattugiato senza glutine q.b

Procedimento

Mettete su un piano di lavoro la farina a fontana, e poi aggiungete l'acqua, il vino e meta' dell' uovo che avete precedentemente sbattuto. Lavorate la massa ed aggiungete circa 40 ml di olio. Quando avrete ottenuto un impasto compatto ed omogeneo fate una palla e ricopritela con della pellicola di plastica e lasciate riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti.

Nel frattempo lavate le verdure sbucciate la carota e la patata e tagliate tutto a dadolini: naturalmente la scelta delle verdure è a vostro piacimento o in base alle scorte che avete in casa.
Affettate sottilmente lo scalogno e fatelo appassire in una padella con l'olio rimanente, aggiungete le verdure a dadolini e gli spinaci, salate e fate stufare per circa un quarto d 'ora a fuoco lento con il coperchio.

Prendete il filetto di salmone, togliete la pelle e tagliatelo in modo da ottenere un rettangolo lungo e stretto.

Trascorsa mezz'ora prendete l'impasto ponetelo su della carta forno, infarinate il matterello e tirate una sfoglia sottile di forma rettangolare.
Nella parte centrale dove andrete a mettere il ripieno, dapprima spolverate con un po' di pan grattato, servira' per assorbire i succhi delle verdure, adagiatevi queste ultime ed infine il rettangolo di salmone. I ritagli di pesce che vi sono avanzati metteteli alle estremità.

Adesso aiutandovi con la carta forno unite i due lembi di pasta in modo tale da farli aderire uno sopra l'altro.  Chi e' piu' abile puo' fare il famoso "vortice",da cui deriva il nome strudel.
Infine sigillate le due estremita', spennellate con l'uovo sbattuto rimasto e spolverizzate con semi di sesamo.

Infornate per 30 minuti  a 160 gradi, naturalmente il forno deve essere preriscaldato.

Finalmente e' pronto!!!

lunedì 23 febbraio 2015

Fusilli di grano saraceno agli agrumi




Ieri abbiamo avuto parenti per un pranzo domenicale.
Era un pò che i nonni non si facevano vedere, ormai questi nonni moderni sono più impegnati di un megamanager. Quindi finalmente dopo insistenza di Alice si sono decisi a farci visita.
Ho dovuto studiare un menù particolare perchè ognuno ha qualche "acciacco di gioventù": diabete, pressione alta, colesterolo e naturalmente la mia celiachia.
Per mettere d'accordo tutti come primo piatto ho fatto dei fusilli agli agrumi senza glutine, ma con farina 100% di  grano saraceno.
Di solito la pasta gluten free e' composta da farine di riso e mais, che sono quelle di più largo consumo per noi celiaci, ma purtroppo ha un indice ed un carico glicemico altissimi. Pertanto avendo un nonno diabetico a pranzo,  ho dovuto optare per il grano saraceno. Quest'ultimo fortunatamente ha degli indici piu' bassi. (Prossimamente pubblicherò una tabella concernente l'indice ed il carico glicemico degli alimenti e ne parlerò più approfonditamente).
La ricetta  inoltre prevede l'utilizzo della panna, che prontamente ho sostituito con quella di soia per non creare problemi alla nonna con il colesterolo alto. Ebbene ora vi posso dire che, nonostante tutti questi divieti sulle materie prime, il piatto è venuto a parere di tutti delizioso e molto aromatico.
Ecco la ricetta:


 Ingredienti per 8 persone:

-650 g fusilli di grano saraceno (io Felicia Bio Molino Andriani)
-1 arancia
-scorza di limone
-scorza di pompelmo
-400 ml di panna di soia
-1 ciuffo di prezzemolo
-1 rametto di rosmarino
-qualche foglia di salvia
-2 scalogni
-4 cucchiai olio evo
-sale q.b


Procedimento

Sbollentate le scorze, solo la parte esterna, di un limone e di un quarto di pompelmo e di arancia.
Scolatele dopo 3/4 minuti e tritatele finemente.Portate a bollore abbondante acqua, salatela e lessatevi i fusilli. Tritate gli scalogni, fateli appassire nell'olio e quindi aggiungetevi la panna di soia, due pizzichi di sale, il succo di un'arancia filtrato, le scorze e le erbe aromatiche tritate.
Fate addensare leggermente il sugo, quindi unitevi la pasta scolata al dente, fatela insaporire a fuoco vivo, rigirandola velocemente. Trasferite i fusilli agli agrumi nei piatti singoli e serviteli subito.

venerdì 20 febbraio 2015

Arrosto di tacchino ai carciofi






Evviva!!! E' finito il  Carnevale, perlomeno qui ad Anzio.
Ancora qualche giorno e avrei dovuto fare una curva glicemica e sicuramente il tasso di zucchero nel mio sangue sarebbe risultato altissimo!
A parte gli scherzi, in questo periodo tra feste scolastiche e non, ci siamo abbuffati di frittelle di ogni genere e quindi ora e' il momento di darci un taglio e di ritornare alle sane abitudini.

Oggi ho preparato una ricetta wellness, gustosa e veloce.

Ingredienti per 4 persone

-700 g di fesa di tacchino
-100g di olio evo
-1 arancia
-4 carciofi
-1 spicchio d'aglio
-sale q.b.
-pepe q.b.
-1 ciuffo di prezzemolo

Procedimento

Prendete la fesa di tacchino e legatela con dello spago da cucina oppure mettetela in una retina elastica.

Versate l'olio in una pentola a pressione scaldatelo e ponetevi l'arrosto. Fatelo rosolare bene in modo tale che la carne si "sigilli", quindi salate e pepate.

Versate il succo dell'arancia e chiudete la pentola a pressione. Quando inizia il fischio abbassate il gas e cuocetelo per 20 minuti.

Nel frattempo lavate e mondate i carciofi, togliete le parti fibrose e le foglie dure quindi affettateli a spicchi.

Trascorsi i 20 minuti togliete l'arrosto dalla pentola e versate nella stessa i carciofi e fateli stufare per 10 minuti  insieme allo spicchio d'aglio nel fondo di cottura della fesa.

Infine terminata la cottura guarnite con una manciata di prezzemolo tritato. Tagliate l'arrosto a fette non troppo spesse ed accompagnatelo ai carciofi.

Il pranzo e' servito.





lunedì 16 febbraio 2015

Ravioli dolci fritti o "Casadielles"




Oggi vi vorrei proporre un dolce che si puo' mangiare a Carnevale come alternativa
alle frappe o chiacchiere.
Si tratta di "ravioli dolci fritti" tipici delle Asturie, in Spagna, preparati in occasione della festa di San Martino a novembre e abitualmente farciti con frutta secca aromatizzata all'anice.
Me ne parlo' tempo fa una mia cliente spagnola e, visto che in questo periodo abbiamo fatto indigestione dei soliti dolci nostrani, ho deciso di provare a fare la versione
gluten free.



Ingredienti per 6 persone

- 400 g di farina per pane senza glutine (io ho utilizzato Nutrifree)
- 1 cucchiaio di zucchero
- 60 ml di vino bianco
- 1 pizzico di sale
- 50 ml olio evo
- 100 ml acqua
- 1 uovo
- olio per friggere


Per il ripieno

250 g di gherigli di noce
anice stellato in polvere
1/2 cucchiamo cannella in polvere
150 g di zucchero semolato

Per decorare

-zucchero a velo senza glutine


Procedimento

Disponete la farina a fontana e unitevi l'uovo, il vino, lo zucchero, il sale, l'acqua ed infine l'olio.
Lavorate il composto sino ad ottenere un impasto omogeneo.
Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare a temperatura ambiente almeno per 30 minuti.

Mettete i gherigli di noce nel mixer e tritateli alla massima velocita' fino a ridurli in polvere.
Poneteli in una ciotola ed unite un pizzico di anice in polvere, la cannella e lo zucchero.

Stendete la pasta con un matterello infarinato (io abitualmente uso la farina di riso), su un piano di lavoro rivestito con carta da forno fino ad ottenere una sfoglia di 3 mm di spessore.
Ricavate dei cerchi con degli stampini di 8 cm di diametro, farciteli con il ripieno di noci anice e cannella.

Chiudeteli piegandoli a meta' e sigillate i lembi con i rebbi di una forchetta.





Friggete le Casadielles in olio ben caldo, ma non fumante rigirandole in modo da dorarle su entrambi i lati. Scolatele con un mestolo forato e ponetele su carta assorbente.

Infine dopo averle adagiate su un piatto da portata spolverizzatele con lo zucchero a velo.

Suggerimento: per il ripieno potete sostituire l'anice stellato con semi di finocchio tritati.

Fatemi sapere se avete gradito questa ricetta, io l'ho trovata deliziosa...



venerdì 13 febbraio 2015

Frappe o chiacchiere senza glutine e cotte al forno

Buongiorno a tutti,
oggi e' una magnifica giornata di febbraio, calda  e senza vento.
Finalmente dopo tutta questa pioggia ed i miei pargoli malati,sono riuscita a mettere il naso fuori di casa ed ho deciso di fare una lunga e salutare passeggiata a piedi.
Baby birba ,il mio piccolo Gabriele, ha gradito molto e ha canticchiato tutto il tempo nel suo passeggino turchese come il cielo di questa giornata.
Dopo esserci dilungati sul lungo mare a prendere il sole siamo andati a prendere a scuola la mia principessa, Alice.
Appena ci ha visti la prima cosa che mi ha detto è che aveva fame e mi ha fatto una richiesta particolare "Perché non fai le frappe, non e' Carnevale?"
Naturalmente ho pensato che avesse ragione e quindi l'ho accontentata, ma invece di friggerle ho voluto cuocerle al forno per farle un po' piu' light.

Ingredienti per 4 persone

-250 gr di farina senza glutine per pasta all'uovo  (ho usato Schar)
-3 uova
-3 cucchiai olio evo
-3 cucchiai di rum o in alternativa vin santo (versione Toscana).    
-50 gr zucchero a velo senza glutine
- buccia di limone non trattato

Procedimento

Disponete la farina a fontana miscelata con 40 gr di zucchero a velo e la scorza di limone grattugiata,aggiungete nel mezzo le uova l'olio ed il rum.
Gradualmente ricoprite con la farina gli ingredienti e lavorate bene fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Con il coltello dividete l'impasto in piccole porzioni e tiratelo con la macchinetta, inizialmente livello 5, poi sempre piu' sottile sino ad arrivare a 3.
Così otterrete delle sfoglie formato lasagna, tagliate delle strisce con la rotellina da ravioli e se volete al centro praticate dei taglietti.
Nel frattempo preriscaldate il forno a 160 gradi e cuocetele in una teglia ricoperta di carta da forno per circa 10 minuti, massimo un quarto d'ora.
Toglietele dal forno ed una volta intiepidite cospargetele con il restante zucchero a velo.
Sono pronte!!!!