il Molino

il Molino

giovedì 28 maggio 2015

Crepes salate con salmone rucola e Mielbio




Ieri mi è venuta a trovare un'amica per pranzo e, dal momento che la giornata è stata meravigliosa, ho deciso di preparare la tavola in terrazza e mangiare all'aperto. Questo è il periodo ideale per sfruttare  questo spazio all'aperto di casa mia. Inoltre è molto comodo con i bambini perchè è una zona completamente circondata che non consente ai monelli di scappare chissà dove, ma allo stesso tempo si possono scatenare in mille giochi senza il problema di rovinare mobili o peggio di farsi male andandoci a sbattere. Per il menu ho optato per le Crepes sia salate che dolci e verdure grigliate. Ve l'ho detto che tra poco c'è la prova costume!!!! ho sgarrato con quelle dolci perchè c'erano anche i bimbi....




Ingredienti  per 4 Crepes

- 50 g di farina per pasta fresca senza glutine (io Schar)
- 50 g di farina di grano saraceno
- 1 uovo
- 200 ml di acqua
- sale q.b
- 80 g di salmone affumicato
- un mazzetto di rucola
- zenzero fresco grattugiato q.b
- 1 cucchiaio  miele millefiori (io Mielbio Rigoni di Asiago)
- succo di un limone
- qualche filo di erba cipollina
-olio evo q.b.


Procedimento

Setacciate le farine in una ciotola poi versate a filo l'acqua e lavorate bene con una frusta a mano. Aggiungete sempre a filo l'uovo precedentemente sbattuto, il sale e l'erba cipollina tritata. Amalgamate sino ad ottenere un composto omogeneo, coprite con un canovaccio e lasciate riposare per circa un'ora.
Nel frattempo mettete il salmone affumicato a marinare nel succo di limone mescolato al miele e grattatevi sopra un po' di zenzero fresco. Lavate ed asciugate la rucola. Per cuocere le Crepes versate un filo d'olio in un padellino di 20 cm di diametro e quando sarà caldo versatevi un mestolo d'impasto, cuocete un paio di minuti per parte e poi con una spatola prelevatele e mettetele su un  piatto. Continuate sino ad esaurimento dell'impasto. Ora farcite con la rucola ed il salmone marinato. A noi grandi sono piaciute molto, le abbiamo trovate aromatiche, fresche e soprattutto non ci hanno fatto sentire in colpa!!!






Questo piatto che ho preparato per la mia amica parteciperà al contest  MasterCrepes indetto da Rigoni di Asiago.


lunedì 25 maggio 2015

Spiedini di frutta con coulis di fragole all'aceto balsamico bianco di Modena



Tutti dormono tranne me. Qualche anno fa era la regola, era diventato angosciante....Quando Alice e mio marito dormivano della grossa, io mi rigiravo nel letto in continuazione nella speranza che anche a me arrivasse quel fatidico momento in cui ti senti gli occhi pesanti, il respiro rallenta e magari ti scende pure la  "bavetta" dalla bocca spalancata. Questo a me non accadeva mai, per tre mesi non ho chiuso occhio per più di mezz'ora a notte. Le conseguenze non sono tardate ad arrivare: tachicardia, irritabilità,dermatite alle mani, crampi alle gambe. Ero così' disperata che ho girato gli studi medici di vari specialisti: neurologo specializzato in disturbi del sonno, endocrinologo, cardiologo ecc. Ho frequentato corsi di  yoga, ho fatto sedute di massaggi nella speranza di rilassarmi, sono ricorsa persino ai fiori di Bach e all'agopuntura. Ma niente, il sonno non ne voleva sapere di tornare da me. Di notte avevo dei momenti che avrei dato  testate ad un muro purché finisse l'incubo dell'insonnia. Poi ad un certo punto mi sono rassegnata, ho deciso di leggere, leggere e leggere in quelle vuote ore notturne e di  assumere magnesio per i crampi. Piano piano sono riuscita con questo sistema a riappropriarmi di qualche ora di riposo per ritornare quasi alla normalità nel giro di un paio di anni. Questa sera stranamente non sono crollata e approfitto per scrivere un pò visto che tutti dormono....ma in questo caso con piacere. L'arrivo di questa calda primavera mi han fatto venire voglia di piatti freschi. Eccovi un modo simpatico e sfizioso di preparare la frutta di stagione per i vostri bambini o per i vostri ospiti.
 




Ingredienti per 3 spiedini di frutta
 

- 1 pesca noce
- 1 kiwi
- 1 banana
- 6 fragole

Per la Coulis

- 300 g di fragole
- 3 cucchiai di zucchero semolato
- 3 cucchiai di aceto balsamico bianco http://www.guerzoni.com/portfolios/bianco-bio-demeter/



 
 
























Procedimento

Lavate ed asciugate la frutta, togliete il picciolo alle fragole, tagliate in tre rondelle il kiwi, fate a spicchi la pesca ed affettate in pezzi abbastanza grossi le banane. Prendete degli spiedini di legno e componeteli a vostro piacimento con la frutta precedentemente preparata. Per preparare la coulis non ho utilizzato il metodo tradizionale che prevede la cottura, ho preferito farla a freddo. Prendete 300 g di fragole, lavatele, tagliatele a spicchi e conditele in una ciotola con lo zucchero e l'aceto bianco balsamico, poi versate tutto nel mixer e frullate. Ora filtrate la salsa e versatela in una ciotolina. Adagiate gli spiedini su un piatto da portata e mettetevi accanto la ciotolina con la salsa alle fragole. Ecco un finger food veloce ed estivo.






 
 




giovedì 21 maggio 2015

Tagliatelle di crepes gluten-free con crema di ricotta e Mielbio


Come di consueto, ogni mercoledì preparo le crepes. In questa occasione, oltre a farle salate, ho pensato di realizzare una versione dolce un pò diversa dal solito e devo dire che mi è proprio piaciuta. Non solo perchè l'ho trovata bella a vedersi, ma anche per gli ingredienti che ho utilizzato. Le fragole che come sapete sono la mia passione, la ricotta ed il miele, che a mio modesto parere sono un connubio perfetto. Tra l'altro ho utilizzato Mielbio Rigoni di Asiago ai fiori d'arancio cremoso e aromatico e naturalmente le adorate crepes senza glutine ma fatte a tagliatelle. Insomma mi sono divorata tutto, ho lasciato giusto il bicchiere....  




Ingredienti per 8 persone

- 150 g di farina senza glutine per pasta ( io Mix C Schar)
- 350 ml di latte ( se siete intolleranti sostituite con acqua)
- 2 uova
- 1 cucchiaio di zucchero semolato
- 15 ml di olio evo
- 400 g di ricotta cremosa, tipo piemontese
- 4 cucchiai di miele ai fiori d'arancio (io Mielbio Rigoni di Asiago)
- 1 limone non trattato
- 1 kg di fragole




Procedimento

Mettete la farina in una ciotola insieme allo zucchero, unite a filo il latte e sbattete con una frusta a mano in modo che non si formino grumi. In un'altra ciotola sbattete le uova ed aggiungetele sempre a filo all'impasto continuando a sbattere. In ultimo aggiungete l'olio evo ed amalgamate bene. Coprite il tutto e lasciate riposare un'ora. Nel frattempo lavorate la ricotta con il miele, un cucchiaio di succo e la scorza grattuggiata di limone con una frusta a mano fino ad ottenere un composto soffice e cremoso. Lavate ed asciugate le fragole, togliete il picciolo e tagliatele ognuna in quattro spicchi, mettetele in una ciotola e conditele con un po' di zucchero e succo di limone. Adesso cuocete le crepes in un padellino di 20 cm di diametro, ungendolo sempre con un filo d'olio evo, un paio di minuti per lato. Quando saranno tiepide arrotolatele e tagliatele a fettine di circa un cm, così otterrete le vostre tagliatelle. Per servire il dolce utilizzate dei bicchieri baloon come ho fatto io oppure, in alternativa, coppe da champagne. Nel fondo mettete uno stato di crema di ricotta, sopra aggiungetevi le fragole tagliate a spicchi ed infine adagiatevi le tagliatelle . Les jeux sont  fait!!!









Questa ricetta parteciperà al contest 2015 "Master Crepes non le solite crepes" indetto da Rigoni di Asiago.






martedì 19 maggio 2015

Sformatino di riso basmati agli asparagi con fondutina di caciocavallo silano



Buonasera a tutti!!! Approfitto per scrivere questo post visto che i piccoli finalmente dormono ed io mi ritrovo ad avere un momento di pace tutto per me.... Io credo che con oggi posso affermare definitivamente che la legge di Murphy esiste ed io sono una delle Testimonial principali. Ogni volta che mi ritrovo a dover scegliere in quale fila accodarmi per pagare, per esempio al supermarket, state sicuri che quelle accanto scorrono più veloci. Se per puro caso la mia dovesse essere più svelta, quando finalmente è il mio turno la cassiera deve contare le banconote, o c'è la cassa che ha finito il rotolo degli scontrini o peggio si deve assentare per fare plin plin. Se mi trovo nel traffico la corsia che scelgo inizialmente scorre, ma poi non si sa per quale motivo si blocca e tutti quelli che avevo superato mi sfrecciano accanto. Naturalmente se mi casca la fetta biscottata a terra cade dalla parte della marmellata....  Anche oggi ho confermato la legge "jellosa". Avevo concordato con un corriere la consegna di un pacco che da sabato tenta di consegnarmi. Lunedì ha provato a contattarmi nell'unico momento in cui avevo il telefono staccato perchè la batteria era scarica e quindi la consegna è saltata. Oggi ho pensato "finalmente riceverò questa consegna tanto attesa"....ed invece no!!!  Non mi sono assentata, sono semplicemente andata a riporre in cantina degli attrezzi, impiegando in tutto 5 minuti, solo 5... E cosa è successo?!?  Con tutta la mattina a disposizione il corriere ha pensato bene di passare in quel piccolo e brevissimo istante. Morale della favola devo rimanere ancora in casa ad aspettare un'altra mattinata e rinviando così altre faccende urgenti che devo risolvere. Speriamo che il signor Murphy che l'ha teorizzata non se la prenda a male se dico che avrei voluto essere la Testimonial di qualcosa di più piacevole. Comunque per consolarmi mi sono preparata uno sformatino di riso molto semplice e delicato che ha gradito anche il piccolo Gabri.


Ingredienti per 2 persone

- 200 g di riso basmati
- 4 asparagi
- sale q.b.
- olio evo q.b
- 100 g di caciocavallo silano Dop
-200 ml di latte
- erba cipollina tritata


Procedimento

Lavate, togliete le parti fibrose ed affettate gli asparagi. Fate bollire l'acqua in una pentola salatela e fate cuocere per 10 minuti sia il riso che gli asparagi. Scolate condite con un filo di olio evo e versate il tutto in due stampini monouso di alluminio precedentemente oliati. Pressate per bene il riso e successivamente ponete gli sformatini in forno a 120°C, spegnete subito il forno e lasciateli al calduccio...  Nel frattempo tagliate  a dadini il caciocavallo. Mettetelo in una ciotola e coprite con il latte. Versate il caciocavallo ed il latte in un pentolino e lasciate sciogliere il composto a bagnomaria, mescolandolo in continuazione.
Appena il caciocavallo si sarà sciolto, lasciatelo intiepidire, mescolandolo di tanto in tanto.
Adesso prendete due piatti e versate a specchio un pò di fonduta, scaravoltate in ognuno lo stampino e nappate gli sformatini ottenuti con il resto della fonduta. Infine spoverizzate con l'erba cipollina tritata.




           Anche questa ricetta parteciperà al contest "FATTORIE APERTE AI FOODBLOGGER".








sabato 16 maggio 2015

Tarte Tatin salata senza glutine ai sapori di Calabria







Questa sera ho amici per cena, quindi la mia giornata, in parte,  la passerò in cucina...Non che mi dispiaccia, anzi!!! Così ho la scusa per staccarmi un pochino dal piccolo baby birba. Ultimamente è diventato un sorvegliato speciale. Non sta fermo un attimo, si arrampica su sedie, scale ed ha imparato ad utilizzare  i libri come sgabelli per afferrare oggetti che si trovano in alto. Insomma una simpaticissima canaglia. Ritornando alla cucina, io mi trovo nel mio habitat naturale, l'unica cosa che apprezzerei tantissimo sarebbe avere qualcuno che la risistemi dopo che ho cucinato, chiedo troppo? Forse si, qualcuno di voi ha dei volontari che si offrono? Se si fatemelo sapere così farò sentire i miei familiari un po'  in colpa. Domani mattina, dopo questa cenetta, mi aspetteranno gli straordinari!!!  Come ospiti abbiamo una coppia di amici che vivono a Roma, ma lui è di origini siciliane, per questo motivo ho pensato di preparare una torta salata molto gustosa e dai sapori tipicamente del Sud. Infatti ho utilizzato patate e soppressata calabrese (quella superpiccante che io adoro).

Ingredienti per una torta di 26 cm


- 100 g di farina per dolci senza glutine (io mix C Schar)
- 100 g di farina per pane senza glutine ( io Nutrifree )
- 70  ml di acqua
- 40 ml di vino bianco
- 40 ml di olio evo
- 1 uovo
- 2 patate di media grandezza (io della Sila Igp)
- 50 g di soppressata Calabrese
- semi di finocchio q.b.
- sale q.b.
- pan grattato senza glutine ( io Sapori Mediterranei)


Procedimento

Mettete le farine in una ciotola ed aggiungete l'acqua, il vino e poco più di  meta' dell' uovo che avrete sbattuto precedentemente. Lavorate bene il tutto con le mani ed infine aggiungete l'olio. Quando avrete ottenuto un impasto compatto e liscio, fate una palla ed avvolgetela in una pellicola per alimenti. Fate riposare il composto per almeno 30 minuti
Nel frattempo sbucciate le patate e affettatele sottilmente, oliate una teglia tonda da 26 cm e spargetevi sopra il pangrattato. Successivamente adagiatevi le fettine sottilissime di patata, ricoprite tutta la teglia, salate ,aggiungete un filo d'olio evo ed infine aggiungete i semi di finocchio e le fette di soppressata. Adesso prendete l'impasto e stendetelo con il mattarello su un foglio di carta forno sino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 3 mm.Ricavate un cerchio di 26 cm  e adagiatelo sulle patate, così otterrete la famosa torta rovesciata . Ora con l'uovo che vi è rimasto spennellate la sfoglia e se volete spolverizzate con altri semi di finocchio. Infornate a 160° C per mezz'ora. Quando sarà cotta fate intiepidire e rovesciatela su un piatto da portata.  










Questa ricetta parteciperà al Contest "FATTORIE APERTE AI FOODBLOGGER", dedicato a ricette che abbiano come ingredienti almeno un prodotto tipico della Calabria, e direi che  questa torta salata si addice proprio!!!







venerdì 15 maggio 2015

Animaletti di pasta frolla senza glutine al cioccolato bianco e arancia candita



Cari bambini, oggi mi rivolgo a voi ed alle vostre mamme. Questi biscotti animalosi che vedete li ho fatti questo venerdì  con la mia aiutante preferita, Alice. Abbiamo deciso insieme che bisognava dare fondo alle uova di cioccolato che sono avanzate dopo Pasqua. La mia piccola chef mi ha suggerito di utilizzare le formine che avevamo aquistato ultimamente, per rendere questi biscottini, non solo buoni ma anche simpatici. Naturalmente potete dare libero sfogo alla vostra fantasia e farli della forma che preferite.
Intanto vi dico che ingredienti servono.

Ingredienti per 35-40 biscottini

- 200 g di farina senza glutine per pasta frolla (io Alimenta 2000)
- 100 g di burro
- 1 uovo
- 100 g di zucchero
- scorza grattuggiata di mezzo limone non trattato
- cioccolato bianco senza glutine
- latte q.b
- cubetti di arancia candita senza glutine




Procedimento

Bene! Se siete pronti fate il burro a pezzetti, mettetelo in una ciotola e lavoratelo con lo zucchero sino a quando avrete ottenuto una crema.
Unite l'uovo e la scorza di limone, mescolate ed aggiungete la farina.
Impastate tutto con le vostre belle manine (che spero abbiate lavato!).
Con l'impasto formate una palla ed avvolgetelo in una pellicola trasparente e mettetelo in frigo a riposare per un'ora. In questa ora di pausa io ho giocato con Alice a qualche gioco di società, chiedete alla mamma di farvi fare il vostro gioco preferito così il tempo passerà veloce.
Dopo aver giocato prendete l'impasto dal frigo e stendetelo con il mattarello sino a raggiungere uno spessore di mezzo cm. A questo punto prendete gli stampini che preferite e scatenatevi a fare i biscotti delle forme che preferite. Quindi disponeteli su una teglia foderata di carta da forno e cuoceteli nel forno già caldo a 180 gradi per circa 10 minuti.
Quando saranno pronti sfornateli, e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo sciogliete il cioccolato bianco in un pentolino a fuoco basso ed aggiungetevi un pochino di latte per ottenere una crema e, mi raccomando, girate e girate così il cioccolato non si attacca.
A questo punto decorate i biscottini con il cioccolato fuso ed i cubetti di arancia candita. Il gioco è fatto piccoli chef.
Alla prossima ricetta ....Vi aspetto!!!!





giovedì 14 maggio 2015

Spiedini di spada e gamberi con vinaigrette all'aceto balsamico



Ieri ho trovato in pescheria un pesce spada bellisimo e freschissimo. Subito ho acquistato un bel trancio e per non farmi mancare nulla ho preso anche qualche mazzancolla... Quando arrivano i primi caldi i piatti a base di pesce la fanno da padrone a casa nostra, noi adulti lo mangeremmo tutti i giorni, ma i miei bambini non la pensano allo stesso modo...o meglio mangerebbero tutti giorni gamberi e fritture, ma non il pesce azzurro. Con l'acquisto fatto ieri ho pensato anche di preparare un finger-food veloce veloce.

Ingredienti per 12 spiedini

- 200 g di pesce spada
- 6 gamberi
- 6 pomodorini ciliegino
-1/2 cipolla rossa di Tropea di medie dimensioni
-1/4 di peperone giallo
- olio evo q.b
- 1 pizzico di sale e pepe
- aceto balsamico di Modena Igp http://www.guerzoni.com/portfolios/abmrosso/


Procedimento

Sgusciate i gamberi cercando di mantenere integre le teste, fate a cubetti il pesce spada, tagliate a spicchi la cipolla rossa, lavate ed asciugate i pomodorini ed infine tagliate a losanghe di circa un paio di centimetri il peperone. Adesso componete gli spiedini, prendete dodici bastoncini di legno leggermente più lunghi degli stuzzicadenti, e infilzatevi a vostro piacimento gli ingredienti precedentemente preparati.
Scaldate una pentola antiaderente e cuoceteveli per circa 10 minuti, rigirandoli spesso in modo di ottenere una cottura omogenea. Nel frattempo preparate la vinaigrette. Sciogliete un pizzico di sale in circa 50 ml di aceto balsamico di Modena, unite l'olio evo ed il pepe e sbattete con una frusta per emulsionare i liquidi della salsa. Adesso componete il piatto, io ho versato la vinaigrette in una tazzina ed accanto vi ho adagiato gli spiedini. Ovviamente ogni altro tipo di impiattamento va benissimo. Buon aperitivo di mare!!!!






 
 

martedì 12 maggio 2015

Crostata senza glutine per la festa della mamma




                                                                     Le cose belle


                 Al mondo, io lo so, ci sono cose belle : la terra, il mare ed il cielo con le stelle.

                Ci sono nei giardini delicati fiorellini e coloratissime farfalle azzurre, bianche e gialle.

                Pero' per me la cosa più bella che ci sia è il bacio dolce e caro, di te mammina mia.


Questa è la poesia che Alice mi ha recitato per la festa della mamma. Per me è sempre un'emozione quando i miei teneri piccolini mi dedicano un lavoretto fatto a scuola o mi recitano, come in questo caso, una poesia. Come si dice qui nel Lazio "ti fanno squagliare". Per premiare la mia principessa ed il suo fratellino furbino ho preparato una crostata di frutta, yogurt e ricotta ma con un bassissimo contenuto di grassi, non ho utilizzato burro, ma l'ho completamente sostituito con l'avocado. Chiaramente la frolla non ha lo stesso sapore, ma risulta comunque gradevole. Come vi ho detto ormai la prova costume è imminente e quindi dobbiamo stare attenti a non ingrassare..... Speriamo di farcela!!!



Ingredienti per la frolla (diametro 26 cm)

- 250 g di farina senza glutine per pasta frolla ( io Alimenta 2000)
- 100 g di avocado
- 100 g di zucchero semolato
- scorza grattuggiata di un limone non trattato
- 1 uovo


Per la farcitura

- 250 g di ricotta
- 150 g di yogurt al naturale
- scorza grattuggiata di un limone non trattato
- due cucchiai di miele
- 50 g di zucchero semolato
- 1 uovo
- confettura frutti di bosco senza glutine

Per decorare

- 8 fragole
- 1 kiwi
- gocce di cioccolato bianco senza glutine
- confettura albicocche senza glutine
- qualche foglia di menta




Procedimento

Fate a pezzetti l'avocado e lavoratelo con lo zucchero sino ad ottenere una crema. Aggiungete la scorza di limone, l'uovo ed infine la farina. Impastate velocemente poi fate una palla e riponetela in una pellicola per alimenti. Fate riposare l'impasto per un paio d'ore in frigo.
Nel frattempo fate scolare la ricotta, per eliminare il siero, e poi lavoratela in una ciotola con una frusta a mano insieme allo zucchero, il miele, lo yogurt e la scorza di limone grattuggiata infine aggiungetevi l'uovo. Prendete la frolla e tiratela con un matterello sopra della carta da forno sino ad ottenere uno spessore di 3 mm. Stendetela su una tortiera del diametro di 26 cm, imburrata ed infarinata e pareggiate il bordo con un coltellino. Adesso stendete un velo di confettura ai frutti di bosco sul fondo della crostata e poi versatevi la farcitura di ricotta e yogurt e pareggiatela con una spatola. A questo punto cuocete la torta in forno preriscaldato a 160 gradi per circa 45 minuti.
Quando sarà cotta, sfornatela e lasciatela raffreddare. Sformatela e adagiatela su un piatto da portata.
Per decorarla tagliate a ventaglio le fragole lavate ed asciugate e poi spennellatele con la confettura di albicocche che avrete sciolto con poca acqua in un pentolino a fuoco moderato. Stesso procedimento per il kiwi tagliato a fette di 5 mm. Ora potete decorare a piacere con la frutta, le gocce di cioccolato bianco e le foglioline di menta.
Dolce festa della mamma a tutte!!!






domenica 10 maggio 2015

Cestini di parmigiano agli asparagi e aceto balsamico di Modena Igp

Oggi sono molto mattiniera, come potete notare.... Stanotte baby birba non ha chiuso occhio, purtroppo ha i dentini che lo fanno soffrire. A dire la verità soffriamo insieme perchè pure io ultimamente non dormo molto! Lui ora,finalmente, riposa ma io non riesco più a prendere sonno, quindi eccomi qui a scrivervi un'altra ricetta semplice e veloce da proporre come aperitivo, antipasto o meglio ancora come Finger Food.  

 

 
Ingredienti per 4 cestini
- 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano
- 4 asparagi
- aceto balsamico di Modena Igp  http://www.guerzoni.com/portfolios/abmrosso/
- olio evo q.b.

Per decorare

- erba cipollina tritata


Procedimento

In una padella antiaderente versate un filo d'olio d'oliva, quando sarà caldo versatevi un cucchiaio di parmigiano e cercate di ottenere un cerchio con il diametro di un piattino da caffè. Quando il formaggio si sarà fuso, dopo circa un paio di minuti, con una spatola bagnata prelevate il disco e adagiatelo su uno stampino monouso in alluminio, dategli la forma di cestino e fate solidificare. Continuate fino ad esaurimento degli ingredienti. Nel frattempo affettate gli asparagi che avrete sbollentato per qualche minuto in acqua salata. Adesso componete i cestini. In ognuno mettete un asparago affettato e aromatizzate con qualche goccia di aceto balsamico. Mettete le cialde così ottenute in un piatto da portata precedentemente spolverizzato con erba cipollina tritata.
Il Finger Food é servito!!!!







 

 
 

lunedì 4 maggio 2015

Finger Food gluten-free al salmone zenzero e aceto balsamico rosso di modena IGP



Come vi ho già anticipato in un precedente post, in questo periodo mi sto dedicando alla preparazione di Finger Food. Siete avvertiti, se qualcuno mi fa una improvvisata a casa di questi tempi, dovrà testare questi sfiziosi spuntini come aperitivo e, magari esprimere un giudizio, possibilmente sincero. Domenica agli amici ho proposto questo antipasto fresco, ma allo stesso tempo gustoso.

Ingredienti per 10 porzioni

- 5 fette di pancarré senza glutine (io Nutrifree)
- 100 g di salmone affumicato
- 1/2 finocchio
- 2 cucchiai di miele (io ho utilizzato quello di corbezzolo)
- aceto balsamico rosso di modena IGP Acetaia Guerzoni http://www.guerzoni.com/portfolios/abmrosso/
- zenzero fresco q.b.
- semi di papavero q.b.


Procedimento

Mettete le fettine di salmone affumicato a marinare con l'aceto balsamico, il miele ed una grattata di zenzero fresco per circa 15 minuti. Nel frattempo con un coppapasta del diametro di 3 cm ricavate dieci cerchietti dalle fette di pancarré, e abbrustoliteli su una padella antiaderente. Lavate il mezzo finocchio e affettatelo sottilmente. Adesso componete i finger food in questo modo: prendete un cerchietto, adagiatevi sopra qualche fettina di finocchio poi prendete una fettina di salmone marinato e coprite le verdure. Continuate sino ad esaurimento degli ingredienti, mettete il tutto su un piatto da portata e come ultimo tocco spolverizzateli con dei semi di papavero. Buon happy hour a tutti!!!!